Motori brushless: quali vantaggi offrono nel settore manufacturing

IPC-Motori brushless-vantaggi manufacturing

Efficienza e innovazione sono aspetti essenziali per mantenere un vantaggio competitivo in ambito industriale e lo dimostra l’adozione, ormai sempre più diffusa, dei motori brushless. Questi componenti hanno dimostrato col tempo di poter offrire numerosi vantaggi soprattutto nel mondo manufatturiero, un settore che – per sua stessa natura – è alla continua ricerca di soluzioni in grado di migliorare la produttività, ridurre i costi operativi e promuovere la sostenibilità.

I motori brushless, come noto, offrono un controllo più preciso della velocità e della posizione rispetto ai motori con spazzole. Ciò è dovuto a diversi fattori: all’assenza di attrito, innanzitutto, che influisce sulla fluidità e sull’accuratezza del moto, ma anche all’inerzia ridotta. Queste caratteristiche, unite a una facile integrazione con le migliori tecnologie di controllo elettronico – come servoazionamenti digitali, elettronica integrata o PLC/motion controller – garantiscono un livello di precisione ottimale in tutte quelle applicazioni che richiedono movimenti accurati e ripetibili, dalla produzione di componenti elettronici alla lavorazione di beni e materiali complessi.  

Motori brushless: compatti, leggeri, economici

I motori brushless sono apprezzati anche per la loro compattezza e dunque per la loro capacità di ridurre gli ingombri di una macchina o di una linea, un aspetto che garantisce maggiore flessibilità di progettazione e installazione in molti settori (automotive, tessile, farmaceutico, lavorazione del legno, food & beverage, etc.).

La gestione della commutazione con sensori di posizione, come encoder o sensori di effetto Hall, permette di avere un feedback in tempo reale sulla posizione del rotore, consentendo al sistema di controllo di regolare la corrente elettrica in modo da ottenere un movimento più preciso e coerente.

Altro vantaggio riconosciuto è quello relativo all’efficienza intrinseca: una trasmissione più efficiente dell’energia elettrica in energia cinetica rappresenta infatti una vera e propria discriminante per tutte quelle applicazioni (la quasi totalità) nelle quali è necessario ridurre i consumi, anche per evidenti ragioni economiche.

A livello di costi, non si può poi non considerare la migliore resistenza all’usura, sia in termini assoluti, sia per quanto riguarda il ricorso alla manutenzione. Ridurre l’attrito significa infatti ridurre la possibilità di guasti meccanici, nonché la necessità di sostituzioni frequenti o di interventi di pulizia. Questo aspetto si rivela prezioso in tutti quegli ambiti del manufacturing nei quali macchinari e attrezzature devono funzionare senza interruzioni per garantire una produzione continua con ridotti fermi macchina.

 

Motori brushless: scelta di posizionamento a ridotto impatto ambientale

Nei processi di automazione industriale, i motori brushless sono spesso impiegati in robot industriali, sistemi di movimentazione, bracci robotici e linee di assemblaggio, ma anche come attuatori elettrici in vari dispositivi, come valvole, pompe e meccanismi di regolazione. La loro capacità di fornire un controllo preciso è fondamentale in applicazioni in cui è necessario regolare flussi, pressioni o altri parametri.

I motori brushless sono ampiamente diffusi anche nel mondo alimentare e in tutte quelle applicazioni che richiedono un’automazione veloce, soprattutto nelle fasi di confezionamento e imballaggio. La loro pulizia agevole, l’assenza di spazzole che potrebbero contaminare gli alimenti e la capacità di fornire un controllo preciso della velocità e della posizione li rendono ideali per questo settore. Anche le macchine utensili a controllo numerico (CNC) utilizzano questa tipologia di motori per guidare gli assi di movimento. La loro capacità di fornire una coppia costante, velocità variabile e controllo preciso ne fa la scelta ideale per la lavorazione di materiali in applicazioni come fresatura, tornitura e taglio.

Più in generale si potrebbe dire che i motori brushless si facciano preferire in tutte quelle applicazioni nelle quali si richiede un posizionamento rapido e accurato, una buona gestione delle rapide accelerazioni, delle frenate o delle inversioni del moto, applicazioni di regolazione fine, controllo di movimenti interpolati, controlli di tiro e di forza che richiedono precisione e linearità o sistemi di generazione di potenza con efficienza media elevata.

Sul fronte ambientale, vale la pena infine sottolineare la maggiore silenziosità di esercizio rispetto ai motori tradizionali. Questa caratteristica è considerata un plus in quasi tutti i settori produttivi: una produzione più silenziosa non solo migliora il comfort degli operatori, ma contribuisce a ridurre il livello complessivo di rumore nell’ambiente di lavoro. Riducendo il consumo di energia, gli oneri e gli scarti derivanti dalla manutenzione, le aziende possono lavorare su una prospettiva di medio-lungo termine, rispondendo alle crescenti esigenze di un mercato ormai sempre più orientato verso la sostenibilità.

 

Enquire now

Give us a call or fill in the form below and we will contact you. We endeavor to answer all inquiries within 24 hours on business days.